• 09 Giugno 2016

Preservativo sì, preservativo no, preservativo rosa

Da qualche tempo ho problemi di fastidio e bruciore con il preservativo. Allora ho provato il condom rosa: una vera rivoluzione, sono soddisfattissima!

 

BlueSono ormai due mesi che frequento Marco. Le cose vanno bene, sono felice, era da tanto tempo che non mi trovavo così bene con un ragazzo. Con lui parlo di tutto, abbiamo molte passioni in comune, tra cui lo sport all’aria aperta e il cinema. La nostra relazione è diventata intima. Va tutto bene anche da quel punto di vista, se non che a un certo punto ho avuto dei problemi con il preservativo. Ora li ho risolti, ma che paura!

 

Il fatto è che sono molto delicata e soprattutto a livello vaginale mi irrito facilmente. Una delle ultime volte che abbiamo fatto l’amore, nonostante lo desiderassi tantissimo, ho sentito bruciore e fastidio, e siccome sono soggetta ad allergie e dermatiti da contatto ho pensato che magari si trattasse anche di allergia al lattice. Un bel problema, visto che il condom è il mezzo di contraccezione ideale per me, perché mi sento protetta sia da eventuali infezioni che dalle gravidanze indesiderate, e poi così non sono costretta ad assumere la pillola anticoncezionale o altro contraccettivo ormonale visto che tendenzialmente cerco di evitare qualunque tipo di farmaco.

 

Ho chiamato la mia ginecologa per domandarle qualche consiglio. Come sempre è stata gentilissima, e mi ha suggerito di fare il test allergologico per scoprire se ho davvero un’allergia al lattice, e nel frattempo di provare ad usare il condom rosa. Sono rimasta un po’ perplessa, perché in effetti era una possibilità che non avevo preso in considerazione. Si chiama femidom (condom femminile) e si trova in farmacia.

 

La Ginecologa

Simona le consiglio il modello in poliuretano, un materiale sottilissimo e trasparente che non dovrebbe darle alcun nessun fastidio, sarà davvero come non sentirlo addosso. Il femidom è una specie di guaina tubolare con un anello flessibile alle due estremità per inserirlo. No si sposta e non sporge, anche se magari la prima volta ci metterà un po’ per capire come deve metterlo. La proteggerà dalle malattie veneree ancora meglio del preservativo tradizionale.

 

Alla fine ho deciso di provarlo e devo ammettere che è andata benissimo! E’ molto più facile e pratico da usare di quanto pensassi: puoi inserirlo in vagina già quando esci per un appuntamento in cui prevedi di avere rapporti, così sei già pronta e non devi interrompere sul più bello tutto perché il tuo partner deve indossare il preservativo…

 

Sono molto soddisfatta, l’unica nota stonata è il costo: il femidom è parecchio caro. Spero che abbassino i prezzi perché altrimenti dovrò fare l’amore con il contagocce, e non mi va proprio! So che in studio la ginecologa ne ha un po’, mi hanno detto che anche al consultorio e nella sede della LILA sono disponibili gratuitamente, proverò anche lì.

 

Intanto ho preso appuntamento per fare il test allergologico per il lattice, può darsi che cambiando marca possa usare anche il condom maschile.

 

E comunque una cosa è certa, a fare l’amore con Marco non rinuncio, e neppure alla mia protezione!

 

Le 6 lady

Cistite ricorrente: 7 consigli e rimedi naturali

Mag 23, 2016 / Blue

La cistite è un’infezione che colpisce soprattutto le donne. Scopri come tenerla alla larga con i giusti accorgimenti e alcuni efficaci rimedi naturali.

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

 

Lo sapevi che…?

Un’arma in più contro il tumore al seno? I pomodori

Secondo alcuni studi, una dieta ricca di pomodori avrebbe un forte impatto sugli ormoni che, indirettamente, proteggono dal cancro alla mammella. Il licopene contenuto nel pomodoro potrebbe infatti favorire la crescita dei livelli di un ormone importante per il controllo del peso e del metabolismo di grassi e zuccheri. Il rischio di cancro al seno è associato, tra l’altro, proprio a condizioni di sovrappeso e obesità. Riuscire a controllarli attraverso la dieta potrebbe, quindi, aiutare nella prevenzione di questo tumore. La diagnosi precoce, ovvero l’attenzione a sottoporsi a visite e screening a seconda dell’età, ad esempio la mammografia, resta comunque la migliore arma di prevenzione.

Cistiset Advance