Pillola del giorno dopo: efficacia e sicurezza nei confronti di una gravidanza

L’uso della pillola del giorno dopo come contraccettivo d’emergenza previene il 60-90% di gravidanze indesiderate.

 

L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha realizzato uno studio su 5000 donne che indica che l'uso della pillola del giorno dopo previene il 60-90% di gravidanze indesiderate. Tuttavia, a causa della maggiore possibilità di rischio di gravidanza rispetto agli altri contraccettivi, la contraccezione di emergenza è destinata esclusivamente a casi urgenti e non è raccomandata come metodo di contraccezione regolare.

 

Inoltre, il ricorso frequente a questo farmaco comporta un aumento dei suoi effetti collaterali, in particolare per quanto riguarda la regolarità del ciclo mestruale. Ad ogni modo, l'utilizzo ripetuto non presenta rischi conosciuti per la salute. In alcuni casi è causa di modesti effetti collaterali come nausea, vomito, spotting, astenia, cefalea, ecc.

 

 

La Ginecologa

Quando assumere la pillola del giorno dopo

L'efficacia della pillola del giorno dopo è strettamente correlata ai suoi tempi di assunzione: più sono vicini al rapporto sessuale a rischio (ideale sarebbe l’assunzione entro 12 ore dal rapporto non protetto) e maggiore è la protezione che offre.

 

La pillola del giorno dopo è un farmaco utilizzato come metodo di contraccezione post-coitale (ossia contraccezione di emergenza) durante le 72 ore successive a un rapporto sessuale non protetto o in caso di mancato funzionamento di un sistema anticoncezionale.

 

In generale, l'assunzione del farmaco entro le prime 24 ore dal rapporto a rischio garantisce un'efficacia del 95% e scende fino ad annullarsi nelle 72 ore (3 giorni). Se invece la pillola viene assunta dopo che l'impianto dell'embrione in utero è già avvenuto, essa non dovrebbe disturbare la prosecuzione della gravidanza.

 

 

Il meccanismo d’azione della pillola del giorno dopo

Il principio attivo è il progestinico levonorgestrel, una sostanza presente anche in molte pillole contraccettive, impiegata però in un dosaggio 20-30 volte maggiore (750 microgrammi).

 

Il meccanismo d’azione prevede di ritardare o inibire l’ovulazione, alterare il trasporto di spermatozoi e ovociti nelle tube, in modo da inibire la fertilizzazione:

 

  • Se il rapporto ha avuto luogo nelle ore o nei giorni che precedono l'ovulazione, il farmaco dovrebbe impedire la fecondazione (l'unione dello spermatozoo con l'ovulo)
  • Se il rapporto ha avuto luogo ad ovulazione già avvenuta, dovrebbe modificare la zona interna dell'utero e quindi impedire l'impianto dell'ovulo fecondato
  • Se il processo di impianto è già iniziato (anche se da poco tempo) il farmaco non dovrebbe essere efficace

 

 

Non serve la ricetta per le maggiorenni

A partire dal 2016, la pillola del giorno dopo, ovvero il farmaco contraccettivo d'emergenza a base di levonorgestrel, può essere acquistato in farmacia senza ricetta medica da parte delle maggiorenni (dietro presentazione di un documento d’identità), mentre permane l’obbligo di prescrizione per le minorenni.

 

 

Le 6 lady

10 consigli pratici per indossare l’assorbente interno da vergine

Mar 14, 2016 / White

Si può usare l’assorbente interno se si è vergini? Certo che sì, se non hai problemi di salute particolari, a patto di utilizzare delle semplici quanto importanti regole...

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

mese del benessere intimo

 

Lo sapevi che…?

Un’arma in più contro il tumore al seno? I pomodori

Secondo alcuni studi, una dieta ricca di pomodori avrebbe un forte impatto sugli ormoni che, indirettamente, proteggono dal cancro alla mammella. Il licopene contenuto nel pomodoro potrebbe infatti favorire la crescita dei livelli di un ormone importante per il controllo del peso e del metabolismo di grassi e zuccheri. Il rischio di cancro al seno è associato, tra l’altro, proprio a condizioni di sovrappeso e obesità. Riuscire a controllarli attraverso la dieta potrebbe, quindi, aiutare nella prevenzione di questo tumore. La diagnosi precoce, ovvero l’attenzione a sottoporsi a visite e screening a seconda dell’età, ad esempio la mammografia, resta comunque la migliore arma di prevenzione.

Cistiset Advance
Ti piacerebbe ricevere
un consulto gratuito
per un PROBLEMA INTIMO?