Perché avere un figlio ti rende una persona migliore

Quando diventi mamma cambia la percezione del mondo intorno a te: dal cibo alla natura al senso delle cose che veramente contano.

 

Da quando sono diventata una #ladymamma, la mia visione della vita e di ciò che mi circonda è cambiata profondamente. E credo che questa sensazione non appartenga solo a me, ma a tante altre donne e mamme che ho incontrato sulla mia strada.

Ebbene sì, mia figlia mi ha reso una persona migliore, oserei dire persino più buona. Non so se dipenda dall'avanzare degli anni, ma tutto ha improvvisamente un senso. O meglio, dovrei dire che tutto ha il peso giusto; un'arrabbiatura al lavoro, un chilo di troppo, un piccolo torto subito, oggi hanno il peso che meritano, e che è molto inferiore a quello che invece gli davo prima.

Anche grazie alla mia bambina, e a quella che porto in grembo, questi inevitabili aspetti della vita hanno meno rilevanza. Prima invece, anche a causa della mia spiccata sensibilità, mi scurivano in volto. Oggi sento di non potermi più permettere una cosa del genere; non voglio più lasciare che le piccole cose rovinino il mio sorriso, perché quel sorriso lo devo a lei, a mia figlia e alla sorellina che sta arrivando.

Sempre lei mi ha insegnato inconsapevolmente a rispettare ancor di più la Natura. Sono sempre stata attenta a questo aspetto, ma adesso ho un'ammirazione, una devozione che prima non conoscevo. Forse perché un po' mi sento in debito con lei, con la Natura, che con uno dei suoi miracoli è riuscita a farmi creare un altro essere umano. Io, ancora oggi che è grandicella, alle volte stento a crederci e mi ripeto: "Ma davvero l'ho fatta io? Possibile sia uscita da me?" Questo mi succede soprattutto quando mi incanto a guardarla mentre gioca. 

La Natura è davvero perfetta, miracolosa con queste sue manifestazioni. Anche i bambini sono grati alla Natura a loro modo. Basta vedere i loro volti quando sono immersi nel verde: si illuminano, si riempiono di gioia. Se hai o hai avuto dei bambini te ne sarai accorta anche tu: quando corrono in un parco spesso non serve alcun gioco per intrattenerli. E’ un contatto che li rigenera.

Mia figlia si incanta ogni qual volta vede un fiore e insiste per raccoglierne e darmene in dono uno. C'è qualcosa di più affascinante che fermarsi a guardare le sue "amiche" formiche che marciano sul balcone?

I bambini sono così, semplici e genuini come la Natura. E come la Natura vanno rispettati nel loro candore, ascoltando e assecondando i loro tempi. I bambini sono come delle piantine che vanno innaffiate, curate nel tempo.

Nell'atrio della scuola materna di mia figlia c'è una bellissima frase che suona più o meno così: "Per far crescere i bambini bisogna avere pazienza. Del resto come si può mettere fretta a una pianta di fagiolo?” Niente di più vero.

 

RUBRICA A CURA DI ILARIA CUZZOLIN



Giornalista, mamma e blogger, parla di risparmio, consigli per gli acquisti, rapporto con i bimbi, problemi di mamma e tanto altro.
MammaRisparmio.it - Facebook

 

Le 6 lady

La fiamma si è spenta: sarà crisi?

Giu 09, 2016 / Silver

Non so più da quanto tempo io e mio marito non abbiamo una vita sessuale degna di questo nome… E’ l’inizio della fine del nostro matrimonio?

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

Seguimi sui social

 

Lo sapevi che…?

Contro l’influenza gli antibiotici non servono

Gli antibiotici sono stati un’invenzione che ha permesso di salvare milioni di vite. Con il passare degli anni, però, questi farmaci sono stati utilizzati in modo scorretto, facilitando l’insorgenza di resistenze: in pratica, i batteri che avrebbero dovuto essere debellati hanno imparato a sopravvivere alle terapie. Ecco perché è importante non abusare mai di questi medicinali ma prenderli solo quando serve, seguendo esattamente le indicazioni del medico. Contro l’influenza, ad esempio, non servono: gli antibiotici combattono i batteri, non i virus. E l’influenza è un’infezione causata da virus. L’unico caso in cui possono essere utili è quando vi sia una complicanza batterica della malattia.

Cistiset Advance