Mestruazioni dopo la menopausa? Ecco da cosa possono dipendere

Cosa fare se dopo due anni dall’ingresso in menopausa ricompaiono le mestruazioni o delle perdite di sangue.

 

La GinecologaDiagnosticata la menopausa, se dopo due anni compare un ciclo mestruale o una perdita di sangue, questa va sicuramente indagata. Il primo approccio è un’ecografia transvaginale per valutare lo spessore dell'endometrio, cioè della parte che riveste internamente l'utero.

Se questo è sottile, sotto i 5 mm, bisogna aspettare e ripetere il controllo: la mestruazione o perdita di sangue, infatti, potrebbe essere ricondotta alla situazione di atrofia.

Se, invece, lo spessore dell’endometrio risulta ispessito, sopra i 5 mm, è raccomandabile eseguire un'isteroscopia diagnostica e una biopsia per verificare l’eventuale presenza di problematiche responsabili del sanguinamento e meritevoli di trattamento medico o chirurgico. Ad esempio:

  • Iperplasia
  • Polipi
  • Miomi

Le 6 lady

Gli dico che mi piace o faccio la distaccata?

Lug 01, 2016 / White

Si chiama Roberto, ha un anno più di me e mi piace un sacco! Ma non so come comportarmi… Mi butto subito o devo farlo ingelosire?

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

 

Lo sapevi che…?

Macchie della pelle? Meglio non sottovalutarle

Sottoporsi a una visita dermatologica per far controllare nei e macchie sulla pelle è importante: una macchia, infatti, non sempre è solo un problema estetico. Si può trattare di una cheratosi: sono macchie scure benigne, ma che vanno tenute sotto controllo dal momento che con il tempo possono evolvere in tumore. Stesso discorso per i nei: per lo più si tratta di lesioni benigne che non devono preoccupare, ma in alcuni casi, sebbene rari, sono correlate ad un pericolo maggiore di incappare in un melanoma, il più noto dei tumori della pelle. Tra le principali caratteristiche di allarme, i nei “brutti” misurano 5-12 mm, hanno margini irregolari e mal definiti e si modificano nel tempo.

Cistiset Advance