Lunghezza del collo dell'utero: quando preoccuparsi

La lunghezza del collo dell’utero è un indicatore importante durante la gravidanza. Se non è sufficiente, aumenta il rischio di parto prematuro.

 

La GinecologaNormalmente in gravidanza il collo dell'utero misura tra i 35 e i 45 mm. Qualora la lunghezza sia inferiore ai 25 mm vi è un rischio aumentato di parto prematuro ed è consigliato il riposo. Inoltre, dopo la 24 settimana di gravidanza è raccomandata una profilassi con il cortisone intramuscolo per 2 giorni con l’obiettivo di accelerare la maturazione dei polmoni del feto. Al di sotto dei 15 mm il rischio è ancora maggiore ed è consigliato l'allettamento stretto.

 

La misurazione della lunghezza del collo dell'utero si chiama cervicometria e viene eseguita con un'ecografia transvaginale a partire dalla 20 settimana di gravidanza in caso di situazioni di rischio, come ad esempio:

Le 6 lady

10 cose da sapere sull’igiene intima quotidiana

Mag 02, 2016 / Violet

Consigli e accortezze utili per preservare il tuo benessere intimo e farti sentire sempre fresca e a posto, durante tutto il ciclo mensile.

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

 

Lo sapevi che…?

Problemi di coppia? Forse è colpa della dieta

Le scelte alimentari possono incidere sulla vita sessuale: lo dicono gli specialisti della Società Italiana di Andrologia. Il benessere sessuale legato all'alimentazione è dovuto ad una serie di fattori che vanno dalla qualità dei cibi che si mangiano, all'associazione degli stessi, fino alle implicazioni psicologiche per quelli che vengono identificati come cibi afrodisiaci. Una dieta troppo ricca di carboidrati, ad esempio, può provocare una risposta insulinica anomala che ha come conseguenza il calo del testosterone, l’ormone sessuale maschile prodotto dai testicoli. Tra gli alimenti che stimolano maggiormente la produzione di testosterone ci sono le uova, il miele e… l’aglio.

Cistiset Advance