La dieta per la fertilità: cosa mangiare per rimanere incinta

Rimanere incinta non è facilissimo, ma la dieta può aiutare: ecco i 7 cibi giusti per aumentare le probabilità di gravidanza.

 

Green

Quando una donna cerca una gravidanza, in genere le viene consigliato di mirare i rapporti sessuali nei giorni più fertili del ciclo, quelli che precedono l’ovulazione, in modo da ottimizzare le probabilità di un concepimento. E allora… Via che si parte con il balletto della conta dei giorni, delle date segnate in rosso sul calendario, della misurazione della temperatura basale per indovinare il momento più propizio per provare a concepire! E che dire di quella necessità di incastrare il rapporto sessuale tra i mille impegni quotidiani, perché sono proprio quelle le ore in cui il corpo femminile è al suo picco di fecondità! Quante emozioni, ma anche quanto stress dietro quei rapporti spesso frettolosi che si pianificano come una strategia di guerra…

 

Il fatto è che il tasso di fecondità delle donne in Italia, per mille ragioni, di cui la prima è economica, è drammaticamente sceso: si fanno pochi figli, e si fanno “da grandi”, quando le condizioni di vita lo permettono, ma anche quando la fertilità, purtroppo, comincia a segnare il passo.

 

Sono tanti i fattori che possono rendere difficile centrare il goal della gravidanza: il primo è il fattore età, perché dopo i 35 anni è più difficile restare incinta rispetto ai 25. Ma altri elementi a sfavore sono senza dubbio legati allo stile di vita e all’alimentazione. Mangiare troppo cibo spazzatura e sviluppare disfunzioni correlate, come diabete o sindrome metabolica, essere in sovrappeso o, peggio, in condizione di obesità o, al contrario, di eccessiva magrezza, sono altrettanti fattori che non favoriscono il concepimento.

 

Se desideri diventare mamma e sei molto magra, perché mangi in modo insufficiente o pratichi attività fisica troppo intensa, sappi che la faccenda si complica perché quando il corpo va in debito di energia mette a riposo alcune funzioni fisiologiche non fondamentali per la sopravvivenza, tra cui l’ovulazione. Inoltre, considera che gli estrogeni, ormoni femminili necessari per la maturazione degli ovuli, vengono prodotti sì dalle ovaie, ma anche dalle cellule adipose. Un corpo privo di grasso corporeo può restare a secco di estrogeni. E senza ovulazione non c’è possibilità di gravidanza.

 

Pertanto, prima di buttarti subito in una affannosa ricerca della gravidanza, considera se il tuo peso è superiore o inferiore rispetto a quello auspicabile per la tua corporatura e la tua età, e modula una dieta adatta a ritrovare il tuo peso forma. Se anche i chili in più o in meno non sono il tuo problema, ricorda che il cibo – troppo, troppo poco o non valido sotto il profilo nutrizionale – può trasformarsi in un nemico insidioso per la tua fertilità. 

 

Esistono, dunque, cibi pro gravidanza? Ebbene sì! Una dieta per la fertilità si fonda su alimenti ricchi di quelle sostanze che servono alle ovaie per svolgere il loro compito di “covare” le uova pronte per essere fecondate e che permettono alla vagina di diventare terreno ideale per un concepimento.

 

Ecco su cosa puoi puntare:

 

  • Proteine di origine vegetale. Segui lo stile di vita di Stefania, una vera Green Lady: incrementa l’apporto di proteine vegetali provenienti da legumi (fagioli, soia, lenticchie, fave, piselli secchi ecc.) e frutta secca come noci, mandorle e arachidi, riducendo quello di proteine animali. Secondo molti studi, questo può aumentare del 50% le probabilità di regolarizzare le ovulazioni
  • Grassi “buoni”. Punta sui preziosi omega 3 e omega 6 contenuti soprattutto nel pesce (in particolare salmone, trota, pesce azzurro), e nella frutta secca in guscio. Ottime fonti di grassi buoni e di vitamine pro fertilità sono gli oli vegetali spremuti a freddo tra cui l’olio extravergine d’oliva, l’olio di semi di lino, l’olio di cocco e l’olio di sesamo
  • Vitamine. Ti servono tutte, ma in particolare l’acido folico e le vitamine del gruppo B che trovi nei legumi secchi, nel lievito di birra, nei vegetali a foglia verde, nelle uova, nei germogli e nei cereali integrali. Ti serve anche la vitamina C che è un ottimo antiossidante e antinfiammatorio e preserva la funzionalità delle ovaie. La trovi negli agrumi freschi, nelle fragole e nei kiwi, nei pomodori, nei peperoni, nel cavolo cappuccio crudo
  • Minerali. Zinco e ferro sono da prediligere, li trovi nella carne di tacchino e nella carne di manzo, nelle uova, nel melone e nella lattuga, nei cereali integrali, nelle mandorle e nel cioccolato fondente

 

Ed ecco una bella lista dei cibi da inserire nella tua dieta per la fertilità:

 

  1. Legumi secchi. Li puoi lessare e consumare tutti i giorni, ne basta un pugno
  2. Latte. Un bicchiere al giorno di latte intero ti fa bene. Puoi alternare con un vasetto di yogurt bianco intero o con una pallina di gelato
  3. Vegetali a foglia verde. Spinaci, bietole, rucola, broccoli e cavoli, lattuga ecc. vanno mangiati ogni giorno
  4. Semi di zucca. Sono una ricca fonte di proteine, grassi buoni e minerali. Provali tostati come snack spezza fame
  5. Pane, biscotti e pasta “neri”. Alterna prodotti con farine bianche con omologhi di farine integrali o di cereali alternativi come il farro, l’avena e il grano saraceno che contengono più proteine e fibre
  6. Olio extravergine d’oliva. Un toccasana per la salute dell’apparato riproduttivo
  7. Salmone selvaggio. Eccellente fonte di omega 3

 

 

Ora che hai la lista… corri a fare la spesa!

 

IL CONSIGLIO DELLA GINECOLOGA

La Ginecologa

NON ESISTONO SOLO CIBI PRO FERTILITÀ, MA ANCHE CIBI CHE LA OSTACOLANO: STAI ATTENTA, AD ESEMPIO, ALL’ECCESSIVO CONSUMO DI LATTE SCREMATO E DERIVATI, AL POSTO DEL LATTE INTERO CHE È FONTE DI CALCIO E VITAMINA D, ALL’ABUSO DI PROTEINE DI ORIGINE ANIMALE E AL CONSUMO ELEVATO DI GRASSI TRANS (MARGARINA, MERENDINE, ECC.). OCCHIO ANCHE ALLA SOIA: CONTIENE SOSTANZE CAPACI DI INTERFERIRE CON IL SISTEMA ENDOCRINO E ADDIRITTURA CON LA POSSIBILITÀ DEGLI SPERMATOZOI DI FECONDARE L’OVULO.

Le 6 lady

Green… baby!

Nov 14, 2016 / Green

Fiocco azzurro o rosa? No, fiocco verde! Il colore della natura, della serenità, del chakra del cuore. Il colore che mi auguro ispiri la vita di mio figlio.  ...

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

 

Lo sapevi che…?

Hai 3 buone ragioni per mangiare con calma

Mangiare con calma, dedicando al pasto almeno 20 minuti, può favorire la perdita di peso e il benessere del tuo organismo. Se mangi in fretta, hai un maggior rischio di presentare nel sangue bassi livelli di colesterolo “buono” HDL e alte concentrazioni di glucosio, il che non è mai un bene. Devi anche sapere che, durante un pasto, il segnale di sazietà arriva al cervello dopo 20 minuti da quando inizi a mangiare, quindi se ti abbuffi troppo velocemente rischi di introdurre più calorie del necessario e di digerire peggio perché non dai tempo agli alimenti di essere pre-digeriti in bocca grazie all'azione della saliva. Il segreto? masticare ogni boccone per almeno 30 secondi.

Cistiset Advance