I lubrificanti intimi? A volte servono davvero

La poca lubrificazione durante i rapporti sessuali può essere causata da una carenza di preliminari o da uno stato di ipoestrogenismo.

La GinecologaCerchiamo di spiegare questa seconda ipotesi. Gli estrogeni sono i principali ormoni sessuali femminili. Tra le loro varie funzioni, hanno quella di nutrire e “idratare” le mucose vaginali, vulvari e vescicali e di stimolare le ghiandole deputate alla produzione del liquor lubrificante. Quando si verifica una carenza del livello di estrogeni circolante, le mucose risultano più sottili e secche e le ghiandole producono meno liquido. In alcuni momenti della sua vita una donna può avere una carenza di estrogeni.

Questo può capitare se assume la pillola o ha i cicli irregolari o lunghi, cioè sopra i 35 giorni, o se, pur mestruando, non ovula (condizione più frequente di quanto non si possa pensare). La lubrificazione è importante perché consente dei rapporti sessuali piacevoli e rilassati, senza dolore e senza tensione, e soprattutto perché evita quei microtraumatismi a livello delle mucose che possono risultare delle porte di ingresso per germi e infezioni. Se si avverte dolore durante l’amplesso, ma a livello di visita ginecologica risulta tutto ok, allora la causa potrebbe essere proprio la scarsa lubrificazione. In questo caso è importante intervenire con gel lubrificanti e idratanti specifici.

 

  • Iscriviti al programma!

 

Lo sapevi che…?

In premenopausa aumenta il rischio di gravidanza

Molte donne pensano di essere protette durante il periodo che precede l’arresto delle mestruazioni. Ma non è così. Anche se il tasso di fertilità è minimo, alcuni cicli sono ancora fecondi e non è possibile prevedere quali siano. Meglio parlarne con il ginecologo, così da scegliere un idoneo metodo contraccettivo. Attenzione ad affidarsi alla contraccezione naturale, perché le mestruazioni sono spesso irregolari e non si riesce a conoscere il momento esatto dell'ovulazione. In premenopausa si riduce la durata del ciclo, per cui il flusso non compare più ogni  28 giorni, ma ogni 22-24. Inoltre, si verifica un anticipo dell’ovulazione, che avviene qualche giorno prima della metà del ciclo.

Cistiset Advance