Gli esercizi di Kegel: un toccasana per il benessere intimo

Dopo il parto o in menopausa la perdita di tonicità dei muscoli del pavimento pelvico può comportare spiacevoli perdite di urina. Scopri come prevenirle con gli esercizi Kegel.

 

Cosa sono gli esercizi di Kegel e a cosa servono? Come si fanno? Anna non aveva mai sentito parlare di questi esercizi durante la gravidanza, ma è stato solo con l’ingresso in menopausa che si è posta il problema di quelle piccole perdite urinarie che tanto la mettevano a disagio. Con l’aiuto della sua ginecologa e la tranquillità di poter indossare proteggi slip e assorbenti specifici per le sue esigenze, ora sa come tenere a bada il fastidio e l’imbarazzo.

 

Per fortuna che oggi noi donne siamo molto più informate di una volta, cioè sappiamo molte più cose, e molto prima, sul nostro benessere intimo. Così sappiamo anche che, dopo il parto, è probabile che i muscoli del pavimento pelvico perdano un po’ di tonicità, e che quindi all’improvviso potrebbe bastare uno starnuto per emettere involontariamente una goccia di pipì. Ma, soprattutto, sappiamo che ci sono degli esercizi molto facili e specifici proprio per evitare questa possibilità.

 

A dire il vero gli esercizi di Kegel sono utili anche prima della nascita del bambino, per favorire un parto naturale meno doloroso, per imparare a "sentire" ed esercitare quei muscoli che vengono coinvolti durante il travaglio e l’espulsione. Aiutano anche a migliorare il piacere sessuale in presenza o meno di qualche disturbo. Tali esercizi sono utili anche all'uomo, in particolare per combattere l'eiaculazione precoce, il deficit erettile e i sintomi dell'ipertrofia prostatica benigna.

 

Ma mettiamo il caso che non si siano imparati prima, non è mai troppo tardi per cominciare! Grazie agli esercizi di Kegel sarà così possibile prevenire uno dei problemi intimi più diffusi nelle donne over 40: la perdita involontaria di urina o incontinenza urinaria.

 

 

QUALI SONO I MUSCOLI DEL PAVIMENTO PELVICO?

La gravidanza, il parto, il sovrappeso, la stitichezza, la menopausa, l'invecchiamento dei tessuti, sono solo alcuni dei fattori che nella donna possono provocare un rilassamento dei muscoli del tessuto pelvico, quelli coinvolti nel trattenere la pipì insieme a quelli sfinterici: stiamo parlando dei muscoli che circondano l’uretra, la vagina e il retto.

 

In caso di perdita di tonicità, basterà un colpo di tosse per provocare la fuoriuscita di qualche goccia di urina. Se trascurato, questo problema nel tempo potrebbe portare anche ad una vera e propria incontinenza urinaria.

 

 

A COSA SERVONO GLI ESERCIZI DI KEGEL?

Gli esercizi di kegel servono a prevenire la perdita del tono muscolare dell'area pubo-coccigea (o pelvica), ma sono efficaci anche per recuperare e mantenere la funzionalità di questi tessuti. Un po’ come quando i glutei dopo qualche anno di inattività si afflosciano e facciamo gli squat per risollevarli: ecco, il concetto è lo stesso.

 

 

COME SI FANNO GLI ESERCIZI DI KEGEL?

Gli esercizi di Kegel sono molto semplici da fare e soprattutto non richiedono particolari abilità o contesti: si possono svolgere in modo discreto in qualunque momento della giornata e ovunque ci si trovi. Si tratta infatti dell'esecuzione di contrazioni e decontrazioni dei muscoli del pavimento pelvico.

 

Per farli, basta pensare alla sensazione di quando si trattiene fortemente la pipì e alla rilassatezza nel momento in cui si ha la possibilità di urinare: le contrazioni di tali muscoli corrispondono a questo, ma nella pratica non si devono fare con la pipì (non permetterebbero il completo svuotamento della vescica al momento giusto)!

 

Occorre eseguire contrazioni (tipo trattenuta urine), mantenere la posizione e poi rilasciare i muscoli. E' semplice, ma è importante eseguire tali movimenti con calma e senza eccedere nella pratica.

 

Eccoli spiegati nel dettaglio da questa grafica. Buon allenamento! :)

 

 

 

IL CONSIGLIO DELLA GINECOLOGA

La Ginecologa

UN DATO RECENTE DICE CHE CON ESERCIZI MIRATI DA ESEGUIRE CON COSTANZA È POSSIBILE MIGLIORARE O ADDIRITTURA RISOLVERE L'INCONTINENZA IN SEI CASI SU DIECI. QUESTO A QUALSIASI ETÀ, ANCHE QUANDO IL DISTURBO INIZIA A MANIFESTARSI CON IL TRASCORRERE DEGLI ANNI. ANCHE GLI ASSORBENTI SPECIFICI SONO MOLTO IMPORTANTI PER LE PERDITE DI URINA, PERCHÉ AIUTANO PSICOLOGICAMENTE E PRATICAMENTE, QUALORA PER VARI MOTIVI NON SI PROCEDA ALLA RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO. I PRODOTTI PIÙ RECENTI SONO STATI PROGETTATI CON UN INNOVATIVO COMPOSTO DI FIBRE NATURALI DI PURO COTONE, MISCELATE A MICROSFERE SUPERASSORBENTI E AD UNA TECNOLOGIA NEUTRODOR BREVETTATA CHE NEUTRALIZZA RAPIDAMENTE I CATTIVI ODORI PER UN PERIODO DI TEMPO PROLUNGATO.

UN CONSIGLIO FINALE: BERE MENO NON È UNA STRATEGIA PER CONTROLLARE L'INCONTINENZA. QUANDO SI SOFFRE DI QUESTO DISTURBO È INFATTI SUFFICIENTE CHE NELLA VESCICA CI SIA IL CORRISPETTIVO DI UN CUCCHIAINO DI LIQUIDI PER AVERE LA FUORIUSCITA DI PIPÌ. BERE TANTA ACQUA, ANZI, AIUTA IL BENESSERE DELL’ORGANISMO E DELLA VESCICA.

 

 

Con la collaborazione di Lady Presteril, la gamma completa di assorbenti 100% cotone dentro e fuori per tutti i tipi di perdite femminili.

Assorbenti Lady Presteril

Sensibilmente... Lady Presteril!

 

Tutti i vantaggi del cotone:

  • Massima traspirabilità e assorbenza
  • No cattivi odori
  • Previene l’aumento di temperatura e umidità
  • Ipoallergenicità
  • Rispetta il pH fisiologico della pelle
  • Previene la formazione dei batteri
  • Riduce i rischi di irritazioni e prurito intimo
  • Morbidezza e comfort

 

Gli assorbenti Lady Presteril sono gli unici con il nuovo ed esclusivo filtrante hi-dry catturaflusso in 100% cotone per un asciutto mai provato prima.

Il cotone utilizzato da Lady Presteril non viene sbiancato con il cloro.

  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

mese del benessere intimo

 

Lo sapevi che…?

Le mani sono un ricettacolo di batteri

In media, le mani di una persona trasportano 3.000 batteri diversi. Ma non tutti si portano addosso gli stessi germi; ognuno ha i suoi accompagnatori prediletti e, addirittura, i batteri che si annidano su una mano difficilmente lo fanno sull’altra. Un’altra curiosità è che le mani delle donne hanno una densità di microbi maggiore rispetto agli uomini. Forse perché vanno più spesso a fare la spesa? Nei carrelli dei supermercati si nascondono infatti molti più germi di quelli che stazionano in un bagno pubblico. Sulle impugnature si rilevano saliva, muco, feci e batteri come salmonella ed Escherichia coli che provocano varie infezioni. Meglio lavarsi le mani ogni volta che si rientra a casa!

Cistiset Advance
Ti piacerebbe ricevere
un consulto gratuito
per un PROBLEMA INTIMO?