• 27 Settembre 2016

Felice, anche con qualche kg in più

Sono cicciottella, ma mentre prima ero anche infelice, adesso le cose vanno molto meglio. Merito di chi mi sta aiutando a ritrovare la vera me.

White

 

Il mio ragazzo Roberto, la mia amica Giorgia, mia mamma e il nutrizionista da cui mi ha portata: ecco i miei angeli custodi, cioè coloro che mi hanno aiutata a vincere la tristezza.

 

All’inizio della mia storia con Roby, invece di sentirmi più contenta che mai, non facevo altro che guardarmi allo specchio e trovarmi difetti, e l’unica cosa che mi veniva da pensare era che prima o poi mi avrebbe lasciata per un’altra più carina e più magra. Mentre fino all’anno scorso fisicamente stavo benissimo, all’improvviso mi vedevo rotolini che sbucavano da ogni parte, i leggings non me li mettevo più perché mi sembravano strizzarmi le cosce ed ero piena di cellulite. Non assomigliavo per niente alle ragazze più carine della mia scuola e non sapevo più cosa fare, come vestirmi, come comportarmi.

 

Dopo un po’ di tempo che le cose andavano avanti così, mi ero ritrovata a piangere con la mia amica Giorgia, confessandole cose molto intime: tipo che mi sentivo orribile, che il mio corpo non mi piaceva e che piuttosto che vedermi così brutta davanti allo specchio, avrei smesso di mangiare e non ci avrei pensato più.

 

Davanti al mio pianto Giorgia ha preso una decisione:

 

Sai cosa facciamo Alice? Andiamo ad iscriverci in piscina, forse hai bisogno di fare un po’ di sport, non di una dieta da eremita. Ma in effetti non sarebbe male capire quale possa essere l’alimentazione migliore per te in questo momento. Parlane con tua mamma, magari risolvi senza traumi. Che ne dici?”

 

Parlarne con mia mamma? Il pensiero all’inizio mi aveva fatto venire i brividi. Però poi ci ho pensato bene e in effetti quella di Giorgia non era affatto una brutta idea…

 

Il problema era che a volte avevo una specie di fame da lupi anche dopo che avevo già mangiato, e allora facevo cose di cui mi pentivo, tipo mangiarmi un gelato o farmi un panino con il salame. Per non parlare di quando mi arrivavano le mestruazioni: mi veniva una grande tristezza, e una voglia soprattutto di roba dolce, come cioccolati, merendine, biscotti con nutella. Cose così insomma.

 

Così ho preso coraggio e ne ho parlato con mia mamma. E’ andata meglio del previsto: ha capito che per me la cosa era importante, e mi ha portata da un esperto. Quell’uomo è stato un mito, ha capito subito il mio problema!

 

Mi ha spiegato che sono bellissima come sono, e che questo non devo mai dimenticarlo. Ma che avrei dovuto iniziare a prendermi cura di me mangiando bene.

 

 

Così ha studiato un programma alimentare adatto ad una ragazza della mia età e con il mio fisico, inserendomi un sacco di cibi che mi piacciono. Posso mangiare la pasta, il pane, la carne, il prosciutto crudo, e ogni tanto anche un dolcetto, come i gelati. Devo solo aggiustare un po’ il tiro…

 

Quando mi vengono gli attacchi di fame prima del ciclo posso mangiare un frutto, ad esempio una bella banana, oppure uno yogurt.

 

Mi ha spiegato che per la mia salute è importante che non mi metta a fare diete sconsiderate, cosa che senza il suo aiuto avrei sicuramente fatto, e che non mi devo sentire in colpa se mi viene fame prima delle mestruazioni, perché è un effetto ormonale che succede a tutte le donne, anche a mia mamma!

 

Dal canto suo Roby mi ha detto di fregarmene anche se ho qualche kg in più, che sono carinissima e che, anzi, è sicuro che a scuola ci siano un sacco di ragazzi che mi guardano. In effetti è vero, qualcuno c’è nonostante i miei rotolini…

nuoto 

Quando poi gli ho detto che mi sarei iscritta in piscina con Giorgia, mi ha confessato di essere un po’ infastidito al pensiero che avrei dovuto in costume davanti ai maschi. Il giorno dopo mi ero già iscritta, non solo perché mi piace nuotare, ma anche per farlo cuocere di gelosia!

 

Ora sono convinta: ok, sono un po’ cicciottella, ma grazie alla dieta e alla piscina sto molto meglio, sono più serena e alla fine dimagrirò bene. E anche se dovessi rimanere così… non sono per niente male!

 

 

Le 6 lady

La menopausa è libertà

Mar 14, 2016 / Silver

La menopausa non deve farti paura ma, anzi, devi considerarla come una fase della vita all’insegna della libertà. Ecco 6 buoni motivi per stimolarti a viverla al meglio. ...

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

 

Lo sapevi che…?

Tatuaggi ok, ma fai attenzione al rosso

Fai parte anche tu degli oltre 100 milioni di europei che hanno dei tatuaggi? Sappi che potresti correre qualche rischio, soprattutto a causa degli inchiostri utilizzati, sui quali non sempre si effettua un controllo di qualità. Gli inchiostri potrebbero essere contaminati con batteri come stafilococco, streptococco, pseudomonas ed enterococco che possono portare ad infezioni anche gravi. La soluzione? Abbastanza impraticabile: prima di tatuarsi, far sottoporre gli inchiostri a controlli microbici e verifiche sugli ingredienti. Tra le reazioni avverse considerate di minore entità ci sono fotosensibilità, prurito, gonfiore e reazioni allergiche al pigmento. La nuance più a rischio? Il rosso.

Cistiset Advance