Anche durante l’allattamento è possibile rimanere incinta

Durante l’allattamento si può ovulare anche senza avere le mestruazioni. E capita più spesso di quanto si pensi.

 

Ebbene sì, durante l’allattamento si può rimanere incinta. Il fatto non è frequentissimo, anche perché i livelli di prolattina, pur non impedendo sempre l’ovulazione, possono comunque alterarne la qualità, rendendo l’ovocita meno abile alla fertilizzazione. Però succede.La Ginecologa

 

Per capirlo bisogna pensare al fatto che ciclo mestruale e ciclo ovarico, cioè l’attività dell’ovaio, non sono la stessa cosa. Proprio per questo, soprattutto quando le poppate cominciano a ridursi a 4-5 volte al giorno, è possibile ovulare senza che poi segua un regolare ciclo mestruale. Durante l’allattamento l’ovulazione può non essere regolare tutti i mesi, anzi, è spesso occasionale e imprevedibile.

 

Il problema è che a causa dell’alterato equilibrio ormonale non è possibile prevedere se e quando è avvenuta un’ovulazione basandosi solo sulle normali “percezioni” come l’aumento della temperatura corporea (che in corso di allattamento è già alterata) o la fluidificazione del muco cervicale.

 

Per capire quali sono i giorni fertili e il momento in cui si verifica l’ovulazione ci si deve basare sul picco di LH rilevato dagli stick sulle urine, ma anche qui c’è un problema: non avendo un ciclo mestruale non è possibile stabilire quale è il momento giusto per iniziare ad utilizzare gli stick e verificare una eventuale positivizzazione.

 

Insomma, il presunto periodo fertile – se c’è - è difficile da trovare. Quindi il consiglio per chi cerca una nuova gravidanza è quello di avere rapporti regolari 2-3 volte la settimana anziché concentrati in un breve periodo. Per chi non la cerca, è quello di utilizzare un metodo anticoncezionale compatibile con l’allattamento in corso.

Le 6 lady

Mestruazioni: se ci siete battete un colpo!

Lug 01, 2016 / Blue

Non mi era mai capitato, neppure da ragazzina. Non che abbia sempre avuto il ciclo super regolare, anzi, ma un salto di 5 mesi… Questo non mi era mai successo!

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

 

Lo sapevi che…?

Hai 3 buone ragioni per mangiare con calma

Mangiare con calma, dedicando al pasto almeno 20 minuti, può favorire la perdita di peso e il benessere del tuo organismo. Se mangi in fretta, hai un maggior rischio di presentare nel sangue bassi livelli di colesterolo “buono” HDL e alte concentrazioni di glucosio, il che non è mai un bene. Devi anche sapere che, durante un pasto, il segnale di sazietà arriva al cervello dopo 20 minuti da quando inizi a mangiare, quindi se ti abbuffi troppo velocemente rischi di introdurre più calorie del necessario e di digerire peggio perché non dai tempo agli alimenti di essere pre-digeriti in bocca grazie all'azione della saliva. Il segreto? masticare ogni boccone per almeno 30 secondi.

Cistiset Advance