Come superare un tradimento

L’infedeltà è come un terremoto: può distruggere tutto, anche le fondamenta della coppia o della famiglia apparentemente più solida, oltre che l'animo della persona tradita.

 

Pink

E' difficile superare un tradimento. Sempre. Anche quando si tratta di un'amicizia o di una questione professionale, ma può essere devastante se riguarda un rapporto di coppia, proprio come un terremoto scuote una casa dalle fondamenta.

 

Scoprire il tradimento del proprio marito o compagno scatena sensazioni e sentimenti violenti, spesso contrastanti: odio, rabbia, incredulità, ma anche perdita di autostima, senso di colpa e di stupidità, depressione, incapacità di vedere un futuro, sfiducia in tutto e tutti.

 

Il cervello comincia a viaggiare alla velocità della luce con mille domande che non riescono a trovare una risposta, almeno all'inizio:

 

  • "Come ho potuto essere così stupida da non accorgermi di quello che stava accadendo?"
  • "Come ho potuto dedicargli la mia vita?"
  • "Chi è l'uomo che ho accanto da tanto tempo? E chi sono io, visto che la mia vita è strettamente legata a lui?"
  • "Credevo che il nostro fosse un rapporto perfetto ed invece era tutto falso."
  • "Mi fa schifo pensare che sia stato con un'altra."
  • "Lo odio. Quando lo vedo vorrei picchiarlo per il male che mi fa."
  • "Non amerò più nessuno perché non mi fiderò più di un uomo e per colpa sua rimarrò sola per sempre.”
  • "E' stata colpa mia? Non gli ho dedicato abbastanza attenzioni o forse sono stata troppo soffocante? L'ho assecondato troppo o troppo poco? Sono ingrassata... Ho permesso che il nostro rapporto finisse nella noia e nella routine.”

 

 

Ecco questi sono i pensieri più normali che si possono avere alla scoperta di un tradimento. Sono gli stessi pensieri che ha avuto Beatrice quando ha scoperto che Paolo aveva un’altra, dopo tanti anni passati insieme. Qualunque sia la situazione, il contesto, all'inizio ci si sente del tutto fuori controllo e senza via d'uscita, sia per la coppia che per se stesse. Ed è questa probabilmente la cosa peggiore.

 

Tuttavia superare il disastro di un tradimento è possibile. Magari ci vorrà del tempo, il sostegno di amici e familiari e l'aiuto di uno psicoterapeuta, ma una guarigione dal dolore prima o poi arriverà. Occorre però seguire un percorso, una sorta di elaborazione del lutto, perché le due problematiche (la morte e il tradimento di un partner) possono essere considerate come due facce della stessa medaglia: una perdita.

 

Superare il tradimento passo dopo passo

 

  • Il primo passo è sicuramente quello di comprendere che le emozioni devastanti che si provano sono del tutto normali;
  • Il secondo step è quello di provare ad affrontarle: non si possono negare la sofferenza, la rabbia o il senso di colpa e solo parlandone con qualcuno si può riuscire a superarle. Spesso è utile cercare chiarimenti con il proprio partner, oppure rivolgersi ad un terapeuta della coppia;
  • Occorre capire se c'è un rapporto da salvare e se si vuole farlo: talvolta un tradimento rafforza la coppia (dopo l'elaborazione del dolore), mentre in altri casi ne diventa la fisiologica fine;
  • Per salvare un rapporto di coppia occorre essere in due: se il partner traditore rifiuta di affrontare la situazione, difficilmente il percorso intrapreso avrà un lieto fine e il dolore non farà che aumentare e trascinarsi nel tempo; in tal caso non bisogna rinunciare alla propria serenità, felicità e autostima, occorre farsi forza e troncare il rapporto per avviarsi al superamento della sofferenza e dunque alla “guarigione” dal tradimento;
  • Insieme, occorrerà affrontare reciproci cambiamenti del comportamento per ritrovare un’intesa, anche sessuale: nessun rapporto di coppia è perfetto, sarà necessario capire cosa ha condotto al tradimento e modificare la dinamica interpersonale quotidiana; il traditore inoltre deve impegnarsi profondamente per riconquistare la fiducia persa: più di lui, ne ha bisogno chi è stato tradito;
  • Perdonare. E' il superamento definitivo del "lutto" dovuto al tradimento. Nulla sarà dimenticato, ma sarà possibile andare oltre.

 

Non c'è un modo prestabilito, uguale per tutte, per arrivare a questa fase: è un percorso individuale, prima ancora che di coppia, che può durare anche molti anni, ma va compreso che superare il tradimento è possibile. Ed è auspicabile. Per noi stesse.

 

IL CONSIGLIO DELLA GINECOLOGA

La Ginecologa

COSA PUÒ CONDURRE A UN TRADIMENTO? A VOLTE IL NON ESSERE SULLA STESSA “LUNGHEZZA D’ONDA” PER QUANTO RIGUARDA L’INTIMITÀ E LA VITA SESSUALE. ATTENZIONE: LA MANCANZA DI DESIDERIO ALL'INTERNO DI UNA COPPIA NON È PER FORZA INDICE DI UNA CRISI, MA È SICURAMENTE UN CAMPANELLO D'ALLARME DA TENERE IN CONSIDERAZIONE. ATTEGGIAMENTI E MODALITÀ DI RELAZIONARSI DA PARTE DEI DUE PARTNER, ECCESSIVO IMPEGNO IN ATTIVITÀ EXTRAFAMILIARI E UNO STATO DI CONFLITTO E TENSIONE POSSONO CONDURRE A UNA CONDIZIONE DI TRASCURATEZZA DELL'ALTRO PARTNER, E LA MANCANZA DI DESIDERIO È IL PRIMO SINTOMO DEL DISTACCO EMOTIVO. UN DESIDERIO IPOATTIVO PERÒ POTREBBE DIPENDERE ANCHE DA UNA CONDIZIONE IN CUI L'ATTIVITÀ SESSUALE SIA FONTE DI ANSIA, TENSIONE O DOLORE E CHE QUINDI PORTA AD ALLONTANARSI DAL DESIDERIO, PROPRIO PER EVITARNE LE CONSEGUENZE.

 

Le 6 lady

La forza delle donne

Nov 14, 2016 / Pink

Una storia finita, una vita da ricostruire e un grande insegnamento: che la vera forza non te la dà l’amore, ma è dentro di te. Devi solo trovare il modo di farla uscire...

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

 

Lo sapevi che…?

Un’arma in più contro il tumore al seno? I pomodori

Secondo alcuni studi, una dieta ricca di pomodori avrebbe un forte impatto sugli ormoni che, indirettamente, proteggono dal cancro alla mammella. Il licopene contenuto nel pomodoro potrebbe infatti favorire la crescita dei livelli di un ormone importante per il controllo del peso e del metabolismo di grassi e zuccheri. Il rischio di cancro al seno è associato, tra l’altro, proprio a condizioni di sovrappeso e obesità. Riuscire a controllarli attraverso la dieta potrebbe, quindi, aiutare nella prevenzione di questo tumore. La diagnosi precoce, ovvero l’attenzione a sottoporsi a visite e screening a seconda dell’età, ad esempio la mammografia, resta comunque la migliore arma di prevenzione.

Cistiset Advance