Come fare sopravvivere la coppia alla nascita di un figlio

Per la vita di coppia l’arrivo di un figlio è un rischio o un’opportunità? Ecco la mia esperienza da #ladymamma.

 

Uno dei post più cliccati del mio blog titola: “Dopo l’arrivo di un figlio, quando la coppia scoppia”. In effetti il rapporto tra due persone, soprattutto se non ha radici solide, può essere messo a dura prova dai tanti cambiamenti, inevitabili, legati all’arrivo di un bebè.

 

Uno su tutti, la mancanza di un sonno ristoratore: sono convinta che non dormire bene la notte innervosirebbe anche un monaco buddista! Così diventa all’ordine del giorno ritrovarsi a litigare su cose davvero stupide come la temperatura dell’acqua per il bagnetto, su a chi tocchi cambiare il pannolino, su chi si debba alzare la notte per andare a consolare il neonato. E sono solo esempi! La verità è che i ritmi cambiano e le giornate, le abitudini e le priorità vengono rivoluzionate. Per quanto riguarda la vita di coppia in senso stretto, il tempo per l’intimità, per le coccole, o anche solo per sedersi a tavola a parlare in tranquillità, diventa un miraggio.

 

Sono fasi che attraversano più o meno tutte le coppie. E se conosci qualcuno che  dice di  averle superate indenne,  probabilmente mente.  La cosa buona è che, trattandosi di fasi, appunto, sono destinate a passare. Serve solo un po’ di tempo per abituarsi alle tante novità e a capire quali siano i rispettivi ruoli all’interno della coppia ora che la famiglia si è allargata.

 

Per la nostra famiglia, stabilire dei compiti ben definiti ha spazzato via qualsiasi tipo di fraintendimento e ha giovato anche alla vita di coppia. Al papà, per esempio, tocca lavarle i dentini, a me invece quello di metterle il pigiamino; il papà è sempre quello che le fa la doccia mentre a me spetta la vestizione e il phon (compito non meno arduo!). Lui è anche quello più dedito al gioco più fisico (la corsa, il nascondino, il cavalluccio) mentre io compenso la parte più creativa e manuale (gli acquarelli, il pongo, le costruzioni).

 

Insomma, come avrai capito a casa nostra la soluzione sta proprio nella cooperazione e allo stesso tempo nell’individuazione di ruoli ben precisi. Ti consiglio di provare, con noi ha funzionato. Ovviamente sono cose che non si imparano in un giorno ma serve un po’ di tempo per trovare un equilibrio perfetto.

 

La parte più delicata per la coppia è sicuramente quella che corrisponde ai primi mesi del bebè, quando la mamma è difficilmente sostituibile (soprattutto se ad "alto contatto") e dunque ha un carico più faticoso da gestire. In tutto questo, gli ormoni ballerini del post-partum remano contro. Ecco perché i papà devono essere collaborativi e armarsi di tanta pazienza, cercando di aiutare in casa il più possibile ed evitare di lamentarsi se magari la cena non è pronta al solito orario.

 

Adesso, se ci guardiamo indietro, ridiamo di quel periodo un po’ “nervoso” e ne parliamo persino con tenerezza, ricordando i momenti in cui mio marito mi imboccava mentre ero bloccata sul divano ad allattare.

 

Un altro consiglio, secondo me molto prezioso: anche se non sei abituata, fatti aiutare da qualcuno! Almeno per i primi tempi. Chiama una signora che possa aiutarti a riordinare casa. Accetta di buon grado i propositi della suocera di prepararti quella quintalata di lasagne che potrai sempre congelare. Verrà il momento in cui, quando saranno le dieci di sera e sarai ancora a digiuno, bramerai quella porzione di lasagne preparata con tanto amore dalla mamma di tuo marito!

 

Infine, cerca di non isolarti ma evita anche di riempirti la casa di conoscenti e amici come se nel mezzo non fosse successo nulla. Perché la tua vita è decisamente cambiata, per fortuna, in meglio!

 

RUBRICA A CURA DI ILARIA CUZZOLIN



Giornalista, mamma e blogger, parla di risparmio, consigli per gli acquisti, rapporto con i bimbi, problemi di mamma e tanto altro.
MammaRisparmio.it - Facebook

 

Le 6 lady

La dieta per la fertilità: cosa mangiare per rimanere incinta

Mag 23, 2016 / Green

Rimanere incinta non è facilissimo, ma la dieta può aiutare: ecco i 7 cibi giusti per aumentare le probabilità di gravidanza.

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

Seguimi sui social

 

Lo sapevi che…?

I 6 consigli per il cuore delle donne

Lo dice la Harvard School of Public Health: una donna non fumatrice che fa sport e ha una dieta salutare presenta un rischio cardiaco inferiore del 92% rispetto a una donna che non ha questo stile di vita. Inoltre, si abbassa anche la probabilità di avere altri fattori di rischio, come la pressione alta o il diabete. Come puoi preservare la salute del cuore? Non fumare, guarda la tv per meno di 7 ore alla settimana, fai almeno 2 ore e mezza di esercizio fisico a settimana, segui una dieta ricca di vegetali, legumi e cereali integrali e povera di carni rosse e zuccheri, mantieni un indice di massa corporea normale.

Cistiset Advance