• 14 Novembre 2016

Che bello diventare grande

Fisicamente mi sento un rottame, complici le mille emozioni dell’ultimo periodo. Ma crescere e diventare autonoma si sta rivelando una sfida tutta da vivere.

 

Lady

Tra molti alti e pochi bassi, la convivenza con Marco che all’inizio mi spaventava tanto, si sta rivelando un’esperienza di vita “illuminante”. Sto diventando grande, ed è una sensazione strana ma molto bella. Quando vivevo a casa con i miei, sebbene fosse una condizione privilegiata perché ho sempre goduto della più ampia libertà, dovevo comunque sottostare a certe regole. In compenso che comodità non dover pensare a cose come la spesa e la cucina, i panni da lavare o le bollette da pagare! Fino a pochi mesi fa vivevo davvero come in un albergo, o quasi.

 

Ora è tutto molto più equilibrato, perché con Marco ci dividiamo le faccende domestiche e le commissioni da fare, e anche per quanto riguarda spesa e cucina ci aiutiamo come possiamo in base agli impegni. Usciamo raramente, a parte il jogging ogni mattina, ogni tanto invitiamo amici a casa, ma più che altro ci godiamo la vita casalinga e il piacere di stare insieme e di “coccolarci”. E’ davvero bellissimo.

 

Dal momento che ho rivelato a Marco il mio piccolo vizio del fumo, sto cercando di smettere. Onestamente pensavo sarebbe stata una passeggiata, perché non ero abituata a fumare tutti i giorni, ma solo una o due sigarette quando ero un po’ sotto stress. Ebbene… liberarmi da questa dipendenza si sta rivelando meno agevole di quanto pensassi. Credo sia un problema mentale: prima, il solo fatto di sapere che c’era quel pacchetto nel cassetto, e che potevo farmi un tiro quando avessi voluto, mi calmava. Ma ora che non posso più e come se si attivasse un meccanismo simile a quello della crisi di astinenza, anche se in realtà non sono mai stata davvero dipendente dal fumo…

 

Io sono anche molto emotiva, e tutto quello che mi provoca ansia e stress mi si ripercuote sul fisico. Da quando non fumo più ho molta più fame nervosa e le mie allergie sembrano acutizzate, quando avrei scommesso il contrario! Ad esempio ho la pelle iper sensibile e ogni cosa mi provoca irritazioni, ho dovuto persino sostituire il solito sapone, che pure non mi aveva mai dato problemi, l’ho con uno biologico a base di olio d’oliva ed essenza di lavanda.

 

Dal punto di vista “intimo”, complice anche l’aumento di peso, mi sono tornate le mestruazioni! Ma al tempo stesso mi sono presa una bella recidiva di candida che mi ha costretta a interrompere per un po’ i rapporti sessuali. Insomma, sono un mezzo rottame…

 

Per fortuna che la mia ginecologa mi ha dato un bel po’ di dritte interessanti:

 

La Ginecologa 

Simona probabilmente le tante emozioni nuove nella sua vita in questo momento la stanno un po’ scombussolando, per cui le consiglio di mirare la sua alimentazione in modo da ridurre i livelli di infiammazione e stimolare il sistema immunitario. In questo modo le sue allergie e la candida dovrebbero evolvere positivamente. Si segni, allora, i seguenti cibi: cereali integrali che placano la fame nervosa, e tra questi non si faccia mancare miglio e avena. Tanto yogurt e probiotici (ottimi per alleviare gli squilibri intimi), frutta secca come noci, mandorle, pistacchi e noci pecan, legumi (anche una porzione al giorno, tra cui piselli, ceci, lenticchie), cioccolato fondente (un quadratino, non di più!), e tanta frutta e verdura di stagione, meglio se bio, sia cruda che cotta. Eviti per il momento le bevande alcoliche, i dolci, il caffè e gli insaccati, e semmai aumenti le porzioni di buon pesce, che contiene omega 3.

 

Tutti consigli preziosi, perché per me l’alimentazione sana è sempre stata una priorità.

 

Ora che sono in coppia, non mi resta che stabilire come organizzare i pasti con Marco. Lui non ha problemi di salute, ma è comunque uno che ci tiene molto al suo benessere e a mantenere il peso forma, quindi so già che sfonderò una porta aperta. Di sport ne facciamo già tanto, quindi non c’è nulla da modificare su quel fronte.

 

Non c‘è che dire, crescere e diventare autonomi è una bella sfida, e la convivenza è un’avventura piena di sorprese. Ma nonostante il prurito intimo, le allergie e la fame nervosa, non mi sono mia sentita così viva e carica!

 

 

Le 6 lady

Cibo biologico? Il mio segreto di salute e bellezza

Lug 01, 2016 / Green

Alimentazione bio e dieta mediterranea: la soluzione perfetta per la donna sensibile ai temi della salute, della bellezza e del rispetto per l’ambiente.

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

 

Lo sapevi che…?

Macchie della pelle? Meglio non sottovalutarle

Sottoporsi a una visita dermatologica per far controllare nei e macchie sulla pelle è importante: una macchia, infatti, non sempre è solo un problema estetico. Si può trattare di una cheratosi: sono macchie scure benigne, ma che vanno tenute sotto controllo dal momento che con il tempo possono evolvere in tumore. Stesso discorso per i nei: per lo più si tratta di lesioni benigne che non devono preoccupare, ma in alcuni casi, sebbene rari, sono correlate ad un pericolo maggiore di incappare in un melanoma, il più noto dei tumori della pelle. Tra le principali caratteristiche di allarme, i nei “brutti” misurano 5-12 mm, hanno margini irregolari e mal definiti e si modificano nel tempo.

Cistiset Advance