Capelli fragili, che cadono: perché proprio a me?

La tua capigliatura è un po’ stressata? Forse ha bisogno di un break dai trattamenti troppo aggressivi…

Violet

Cosa c’è che non va nei miei capelli?

Ti domandi un po’ allarmata mentre ti pettini al mattino. Troppi ne restano nella spazzola, e troppi ti si spezzano in mano quando provi ad arrotolarti le punte tra le dita, come hai sempre fatto fin da ragazzina quando sei soprappensiero. La tua bella chioma, il tuo orgoglio, il tuo biglietto da visita impeccabile, come del resto le tue mani e il tuo look sempre adeguato alla situazione, ora ti tradisce. E dici a te stessa, per consolarti: sarà solo un po’ di stress.

Solo? Sai, anche i capelli, proprio come la pelle del tuo corpo, rappresentano una sorta di cartina di tornasole delle tue condizioni di salute generali, e quando splendono di vitalità puoi stare tranquilla. Ma quando appaiono fragili, quando crescono lentamente o non si rinnovano con la stessa tempestività di un tempo, e magari non è neppure autunno, quando li accarezzi e li senti aridi e stopposi sotto le dita, quando si increspano e sono pieni di doppie punte, quando rimangono opachi anche dopo un trattamento lucidante… E’ tempo di correre ai ripari!

Che significati attribuire ad una capigliatura spenta e senza volume? Sono tanti e diversi a seconda che il problema sia confinato al cuoio capelluto o sia solo il sintomo di una patologia vera e propria. In questo secondo caso, tra le tante cause possibili di un indebolimento o di una copiosa caduta dei capelli ci possono essere:

  • Disturbi endocrini, ad esempio un eccesso di testosterone o un problema alla tiroide
  • Una carenza nutrizionale
  • Squilibri elettrolitici
  • Malattie intestinali o allergie e intolleranze alimentari che impediscono al tuo corpo di assorbire le sostanze necessarie per mantenere in salute pelle e capelli

Il più delle volte, però, dietro una capigliatura inaridita con doppie punte e facilità alla caduta c’è un eccessivo sfruttamento e trattamenti prolungati e aggressivi. Ti suona familiare? Probabilmente hai semplicemente chiesto troppo ai tuoi capelli, pretendendo che, anche dopo ripetuti stiramenti, decolorazioni e applicazioni di extension rimangano comunque in perfetta salute come quando avevi 16 anni. Se torni indietro con la memoria, a quando risale l’ultimo periodo in cui li hai lasciati completamente “nature”? Forse il segnale che le tue chiome ti stanno inviando è molto semplice: lasciaci un po’ in pace! Ti dicono.

Come dar loro torto… La verità è che ti sei fatta trainare unicamente dalla smania di perfezione che sempre ti accompagna. Sfoggiare un look curato in ogni dettaglio è per te un must, non solo per sentirti aggiornata con le ultime tendenze in fatto di hairstyle, quanto per un tuo intimo bisogno di apparire sempre a posto, un po’ come succede a Veronica. Il problema è che, prima o poi, arriva il giorno in chi ti guardi allo specchio e ti accorgi di avere i capelli rovinati. Anche una donna come te, infatti, può aver commesso degli errori. A quel punto, sai, basta davvero poco: un po’ di stanchezza, le difese immunitarie che si abbassano, una dieta non proprio equilibrata e magari pure il cambio di stagione e… La frittata è fatta!

Ma non disperare, i capelli delle donne hanno sette vite come i gatti, si riprendono sempre. Ecco qualche consiglio utile da seguire quando le tue chiome appaiono un po’ troppo deboli e stressate:

  • Dacci un taglio. Non perché in questo modo i capelli crescano più in fretta come sosteneva tua nonna, ma perché così facendo elimini la parte più sfibrata del capello, alleggerisci la chioma e le dai volume
  • Smetti per un po’ tutti i trattamenti troppo aggressiv Ovvero per qualche mese dai respiro alla chioma evitando di colorarla o decolorarla. Magari limitati alla ricrescita una volta al mese se ne hai bisogno. Lascia perdere anche phon molto caldi, piastre e arricciacapelli. Lava i capelli due-tre volte alla settimana, usando shampoo delicati e antiallergici, privi di parabeni
  • Applica una volta alla settimana maschere nutrienti e rivitalizzanti a base di ingredienti naturali. Sai che ad esempio l’olio d’oliva o l’olio di cocco sono eccezionali ricostituenti per chiome impoverite e sfruttate? Applicali su tutta la capigliatura per un paio di ore prima del lavaggio. Vedrai che morbidezza, per non parlare della lucentezza! Ottimi sono anche lo yogurt e la maionese
  • Assumi per un paio di mesi integratori alimentari specifici per i capelli o anche solo dei supplementi di vitamina B per un aiuto dall’interno. Va bene anche il lievito di birra
  • Modifica la tua dieta. La salute e la bellezza dei capelli passa anche attraverso l’alimentazione. Assicurati un apporto di proteine (la cheratina, che è la sostanza costituiva del capello, è appunto una proteina), di minerali, di vitamine. A tal fine mangia tanta frutta e verdura, consuma più pesce, cereali come il miglio, frutta secca come noci, nocciole e mandorle, yogurt fresco e uova, soia e derivati, cioccolato fondente e germogli
  • Quando vai al mare proteggi i capelli dal sole e dalla salsedine con cappelli e foulard e applica degli oli protettivi

Infine, appuntati una semplice verità: la bellezza dei capelli, come di tutto il resto del tuo meraviglioso corpo, è riflesso di salute. Proteggi la seconda, e avrai la prima!

IL CONSIGLIO DELLA GINECOLOGA

La Ginecologa

SE I CAPELLI CONTINUANO A CADERE E INIZI A VEDERE UN CERTO DIRADAMENTO AD OCCHIO NUDO, RECATI DA UNO SPECIALISTA PER GLI ACCERTAMENTI. INOLTRE SOTTOPONITI A QUALCHE ESAME DEL SANGUE PER VERIFICARE LA FUNZIONALITÀ TIROIDEA E I DOSAGGI ORMONALI. QUALCHE VOLTA L’ASSUNZIONE DELLA PILLOLA CONTRACCETTIVA RIMETTE TUTTO A POSTO. SCEGLI INOLTRE IL SALE IODATO AL POSTO DI QUELLO NORMALE PERCHÉ IN QUESTO MODO MANTIENE IN SALUTE LA TUA TIROIDE, IL CHE È GARANZIA DI UNA CHIOMA VITALE E FOLTA.

Le 6 lady

Mestruazioni: se ci siete battete un colpo!

Lug 01, 2016 / Blue

Non mi era mai capitato, neppure da ragazzina. Non che abbia sempre avuto il ciclo super regolare, anzi, ma un salto di 5 mesi… Questo non mi era mai successo!

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

 

Lo sapevi che…?

Sei felice? Ce l’hai scritto nei geni

Essere felice è scritto nei tuoi geni, ovvero nel tuo Dna. La cosa curiosa è che, secondo alcuni studi, il fatto che l’attività più o meno intensa di questo gene sia associata alla capacità di provare allegria e serenità esiste solo nelle donne che, non a caso, sono più soggette a sbalzi d’umore rispetto agli uomini. Ma al di là delle questioni genetiche, ci sono piccoli segreti per essere felici che valgono per tutti: concentrarsi sulle cose belle che accadono ogni giorno, senza pensare a ciò che sarà domani. E focalizzarsi su obiettivi concreti, non nutrire aspettative su quelli astratti, che magari non sono realizzabili. Del resto, come disse Trilussa, La felicità è una piccola cosa.”

Cistiset Advance