10 cose da sapere sull’igiene intima quotidiana

Consigli e accortezze utili per preservare il tuo benessere intimo e farti sentire sempre fresca e a posto, durante tutto il ciclo mensile.

 

Violet

Dell’importanza dell’igiene intima non c’è da discutere: si tratta di un’operazione quotidiana indispensabile per garantirti freschezza e benessere per tutta la giornata. Naturalmente i genitali sono parti più delicate del resto del corpo, pertanto un lavaggio sbagliato, con prodotti detergenti non rispettosi della sensibilità della cute e delle mucose, può avere conseguenze sgradevoli. Ad esempio la secchezza vaginale, il prurito e l’arrossamento intimi sono molto spesso provocati proprio da una igiene intima maldestra, insufficiente o eccessiva, soprattutto eseguita con prodotti troppo strong.

  

E tu, sei sicura di usare sempre e solo detergenti adatti alle tue esigenze intime? O ti capita, perché magari era in offerta o aveva un gadget abbinato o una confezione particolarmente trendy, di utilizzare il bagnoschiuma appena acquistato, e che normalmente useresti per il resto del corpo? Pensaci e sii sincera. E così ora magari puoi dare una causa a quella fastidiosa irritazione della pelle che ogni tanto ti assale procurandoti prurito e imbarazzo.

Eh sì perché anche tu, che sei una donna esigente sotto tutti i punti di vista, e che come Veronica desideri apparire al top in ogni circostanza, potresti rischiare di cadere proprio sulla cosa più semplice di tutte: l’igiene intima. La verità è che c’è poca informazione su come si dovrebbe ottemperare a questa fondamentale operazione di pulizia personale. Lavarsi durante le mestruazioni, poi, è operazione ancora più importante e delicata, ma spesso non viene eseguita nel modo o con i prodotti giusti.

Igiene intima: 10 consigli da ricordare

Ecco 10 cose sull'igiene intima che potrebbero esserti utili per preservare il tuo benessere intimo e farti sentire sempre fresca e a posto, durante tutto il ciclo mensile:

  1. La tua vagina non è più sporca delle tue mani, anzi, lo è assai meno, e non necessita di particolari abluzioni o lavande interne per mantenersi pulita. Una vagina sana, infatti, si mantiene in equilibrio da sola attraverso il muco cervicale e la flora batterica, e se talvolta ti capita di avere perdite più abbondanti tra una mestruazione e l’altra, non ti devi preoccupare, perché significa che la tua vagina si sta “disintossicando”. Naturalmente stai attenta a controllare che tali perdite non cambino consistenza  e aspetto, perché in tal caso potrebbero essere spia di un’infezione intima. Come riconoscere le perdite sane? Sono piuttosto fluide, hanno un colore molto chiaro, non hanno odore e non provocano prurito o arrossamento. Durante l’ovulazione potrai notare che il muco assume un aspetto diverso, filamentoso e traslucido: anche in questo caso è tutto normale, non ti preoccupare
  2. Se non hai problemi particolari, effettua l’igiene intima una volta al giorno, al mattino, al limite due in estate o quando fai sport o ne senti la necessità, per eliminare il sudore. Puoi farla usando il bidet, con acqua appena tiepida, oppure sotto la doccia, purché non adoperi lo stesso doccia schiuma che usi per lavare il resto del corpo. Puoi lavarti la zona anale a parte, naturalmente
  3. Quando ti lavi fai attenzione al senso: sempre dalla vagina all’ano e mai viceversa, perché altrimenti rischi di portare germi fecali verso le mucose vaginali
  4. Usa detergenti ipoallergenici, senza profumo, meglio ancora se non schiumogeni, e sempre in piccole quantità. Insisti tra le pieghe ma non lavare la vagina all’interno, non ce n’è bisogno
  5. In mancanza di un buon detergente (per sceglierlo fatti consigliare dal ginecologo o dal farmacista), puoi optare per il semplice sapone di Marsiglia. Puoi usare sia quello in panetto che in forma liquida, in entrambi i casi è un prodotto che rispetta il naturale Ph acido della mucosa, non provoca secchezza e garantisce una buona sensazione di pulito e freschezza
  6. Quando ti accorgi di essere un po’ irritata, oltre a recarti dal ginecologo puoi effettuare l’igiene intima usando il bicarbonato di sodio, che ha un’ottima azione antibatterica e antinfiammatoria. Devi semplicemente sciogliere un cucchiaino di polvere di bicarbonato nell’acqua tepida del bidet e lavarti come al solito
  7. Evita, se puoi, di utilizzare le salviette intime, soprattutto se profumate: irritano  e seccano la pelle. Anche i salvaslip, se di scadente qualità, corrono il rischio di non far traspirare la tua pelle. Sceglili piuttosto in cotone, da utilizzare nei giorni che precedono o seguono il flusso mestruale per non rischiare di macchiarti lo slip
  8. Quando hai le mestruazioni effettua l’igiene intima come al solito, non c’è bisogno che ti lavi ad ogni cambio di assorbente
  9. Più ti lavi in modo aggressivo, più perdite avrai. Pertanto, se hai un po’ di infiammazione, può dipendere da precedenti lavaggi troppo intensi: per qualche giorno limitati all’acqua a poco bicarbonato e tutto dovrebbe tornare nella norma. Per fugare ogni dubbio, prenota una visita dal ginecologo
  10. Dopo il bidet asciugati sempre molto bene con una salvietta pulita. L’asciugamano va cambiato molto spesso, ricordalo!

 

IL CONSIGLIO DELLA GINECOLOGA

La Ginecologa

LE ABITUDINI SCORRETTE, QUANDO SI PARLA DI IGIENE INTIMA, SI SPRECANO. MOLTE DONNE, SEBBENE ADULTE, CREDONO ANCORA CHE L’ACQUA SIA “NEMICA” DELLA LORO VAGINA, SPECIALMENTE DURANTE LE MESTRUAZIONI, O CHE, AL CONTRARIO, LE IRRIGAZIONI INTERNE VADANO PRATICATE SPESSO PER EVITARE LE INFEZIONI INTIME. E CHE DIRE DI CHI USA IL DEODORANTE, IL PROFUMO O UTILIZZA LE SALVIETTINE INTIME TUTTI I GIORNI, MAGARI SFREGANDO ANCHE LE PARTI INTERNE. TUTTO SBAGLIATO! IL BENESSERE SI PERSEGUE LAVANDOSI CON PRODOTTI IDONEI E CON LA GIUSTA FREQUENZA: NÉ TROPPO NÉ TROPPO POCO. UTILIZZANDO TROPPI AGENTI AGGRESSIVI, INFATTI, SI ALTERANO LA FLORA BATTERICA E LA BARRIERA PROTETTIVA DELLA VAGINA: DI QUI PERDITE BIANCHE ABBONDANTI E MALEODORANTI O, AL CONTRARIO, SECCHEZZA VAGINALE CHE PROVOCA DOLORE DURANTE I RAPPORTI.

Le 6 lady

Sindrome premestruale o profonda tristezza?

Mag 23, 2016 / Violet

Qualche volta l’incontenibile voglia di piangere ha cause psicologiche profonde: attenzione a non confondere la depressione vera con la sindrome premestruale.

Leggi tutto
  • Iscriviti al programma!

Entra nella community!

Instagram

 

Lo sapevi che…?

Più la notte avanza, più intensi saranno i tuoi sogni

Secondo alcuni ricercatori, il contenuto dei sogni dipenderebbe dall'orario della notte in cui si fanno. Inoltre, più a lungo si dorme, più di ora in ora i sogni si fanno complessi e intensi dal punto di vista emotivo, caratterizzati da una trama surreale. Quando si dorme da poche ore i sogni sono invece più lineari e brevi. Insomma, se vuoi un sogno che ti lasci senza fiato… Dormi a lungo! Ne guadagnerai anche in salute e sarai più bella: eh sì, a quanto pare la pelle di una donna che gode di sonni lunghi e ristoratori, presenta una barriera protettiva più sana, respira meglio, è più idratata e meno soggetta ad eritemi, irritazioni e fastidi. Non c’è che dire: prendi tre piccioni con una fava.

Cistiset Advance